mercoledì 8 gennaio 2014

LILLO E GREG - THE MOVIE (2007)


 Regia: Luca Rea;
Musiche: Claudio "Greg" Gregori, Attilio Di Giovanni;
Soggetto e Sceneggiatura: Pasquale "Lillo" Petrolo, Claudio "Greg" Gregori, Luca Rea, Simone Colombari; Produzione: Gianluca Curti;
Collaborazione (aiuto regista): Stefano Raffaele;
Cast: Pasquale "Lillo" Petrolo, Claudio "Greg" Gregori, Virginia Raffaele, Chiara Francini, Chiara Sani, Sabrina Nobile, Elena Bouryka, Simone Colombari, Andrea Lo Cicero.
Anno: 2007

"Lillo e Greg - The Movie" è un film del 2007 diretto da Luca Rea, edito in Home Video e trasmesso raramente in televisione (si ricorda una messa in onda su Rai Movie anni fa). Non ha una vera e propria trama lineare, ma è un insieme di numerosi sketch interpretati da Lillo e Greg, non ancora entrati nel cinema commerciale italiano (quello di Neri Parenti o, nel caso di Lillo, di Massimiliano Bruno o Fausto Brizzi), ma abilissimi nel muoversi in scena e esilaranti in molte occasioni. Lo schema a episodi ricorda molto "I Mostri" di Dino Risi, ma il film rimane un esempio a se, senza paragoni con altri lavori più conosciuti.

Quasi tutti gli sketch sono stati scritti e ideati dagli stessi Lillo e Greg, mentre il surreale e brevissimo "Adieu" è stato scritto in collaborazione con Luca Rea e l'episodio "Capricci" con Simone Colombari, che compare anche nello sketch.
Ce n'è per tutti i gusti: sketch più lunghi, brevi, brevissimi (come il già citato "Adieu" o l'altrettanto surreale "L'Ago nel Pagliaio"), o addirittura uno in cui si trova una sottile vena satirica ("L'Incidente" che, volendo o non volendo, ritrae pur con una gag, il problema dei ritardi e delle incompetenze ospedaliere).
Il film ha il grande pregio di essere estraneo a molti altri film coetanei. E' una creatura surreale e ciò piace, non solo agli estimatori della coppia, ma anche a chi si diverte con le gag.
Lillo e Greg sono sempre surreali ed esilaranti, forse il loro film più personale, visto che i recenti "Colpi di Fulmine"(2012) e "Colpi di Fortuna"(2013), ottimi lavori di un buon professionista come Neri Parenti, sono basati sulle figure dei due, ma non sono create a posta per la coppia, nonostante sono lavori divertenti. Qui Lillo e Greg possono spaziare e, servendosi del ritmo serrato dei botta e risposta brevi, si sentono a loro agio. Tra i comprimari, molti attori familiari alla vita artistica della coppia, come: Virginia Raffaele, bravissima, preparata, bella e varia attrice che, dopo delle prove da stuntman in "Bodyguards - Guardie del Corpo" (2000) di Neri Parenti, si nota spesso nei lavori della coppia in teatro e, successivamente in radio e in televisione, dove venne lanciata da Marco Giusti in "Bla Bla Bla" (2005); Chiara Francini, presente nel divertentissimo sketch "Il Solerte Cameriere"; Chiara Sani, altra bella e bravissima attrice spesso presente nelle opere di Marco Giusti e Luca Rea, ma anche, recentemente, nei lavori di Neri Parenti e di Pupi Avati, che duetta splendidamente con Virginia Raffaele; altre belle e brave donne come Elena Bouryka e Sabrina Nobile, nonché Simone Colombari, sceneggiatore dell'episodio "Capricci" e attore in esso, successivamente presente in altri lavori del duo, come il recente "Colpi di Fortuna (2013) di Neri Parenti. 
Il film è anche un valido esempio di come si possa usare delle situazioni un po' spinte o volgari senza cadere di classe. Per esempio il citatissimo episodio "Utopia", dove gli amici si scambiano l'uno con l'altro senza nessun problema. Le situazioni sono spinte, ma, fatto realmente da annoverare ai manuali di professionalità, non c'è una caduta di classe, si ride sul surreale e grottesco e il tutto risulta divertente.
Dietro la macchina da presa vi è Luca Rea (con la collaborazione anche di Stefano Raffaele) che, come è noto, è uno dei maggiori esperti di Cinema di Genere Italiano. Alcuni dicono che nella sua regia non c'è niente di straordinario, ma mi permetto di dire che la sua regia è straordinaria, perché intanto, fatto importante, ha ritmo comico, cosa che manca in molte commedie "autoriali" e poi le sequenze in esterni (soprattutto notturne) o quelle nella stanza dello schedario in "L'Ago nel Pagliaio" le trovo interessantissime a livello stilistico, così come la scenografia de "L'Amico Avvelenato", dove i dialoghi surreali di Lillo e Greg ("Perché so che tu nahlahfhaghauloh" "Eh?" "Perché so che tu non lo racconterai a nessuno"), sono arricchiti dai cambi di inquadratura leggiadri e di classe della regia. 
Insomma, Luca Rea è un eccellente professionista che sa benissimo come rendere le gag comiche ed è forse un peccato che un altro suo film non sia stato distribuito. Il film è "Cacao" (2010), di cui circola il trailer, che si pone interessantissimo per il nutrito cast (Paolo Ruffini, lo stesso Lillo Petrolo, Giorgia Wurth, Nicola Nocella, Dario Cassini, Claudia Campolongo, Chiara Francini, Sergio Di Pinto, Stefano Sarcinelli, Nicola Di Gioia, persino Ugo Fangareggi, e tanti altri), proiettato in alcuni luoghi tra cui, è possibile constatare da alcuni articoli in giro, a Sulmona. Luca Rea è un regista sicuramente da riscoprire e scoprire, perché le idee sono originali e alcune spassose.
Per gli ammiratori della coppia, "Lillo e Greg - The Movie", è sicuramente un film fondamentale per scoprire la magica intesa comico-surreale dei due.
Un film ben fatto e riuscito, con i due protagonisti in grande vis comica e una regia attenta e con ritmo.

Recensione a cura di:

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...