sabato 7 giugno 2014

IL GATTO DI BROOKLYN ASPIRANTE DETECTIVE (1972)


Regia/Director: Oscar Brazzi
Soggetto/Subject: Roberto Leoni, Gianfranco Bucceri
Sceneggiatura/Screenplay: Roberto Leoni, Gianfranco Bucceri
Interpreti/Actors: Franco Franchi (Tony Mangiafoglia), Luigi Pistilli, Annabella Incontrera, Gianni Agus, Camille Keaton, Giovanni Petrucci, Salvatore Baccaro, Alfonso Tomas, Poldo Bendandi, Alberto Sorrentino
Fotografia/Photography: Luciano Trasatti
Musica/Music: Ubaldo Continiello
Costumi/Costume Design: Monica Salinelli
Scene/Scene Design: Gianfranco Ramacci
Montaggio/Editing: Marcello Malvestiti
Suono/Sound: Eugenio Rondani
Produzione/Production: Chiara Films Internazionali
Distribuzione/Distribution: Cineriz
censura: 61647 del 30-12-1972
Altri titoli: Studio Mafera

Tony Mangialafoglia detto “la volpe” è un detective abbastanza sfortunato. Non lo aiuta certo farsi aiutare da Frank Lonego detto “Il gatto di Brooklin” più sfortunato di lui. Un giorno si presenta da loro la ricca famiglia De Porcaris propnendogli il primo vero caso della loro carriera: dovranno passare una settimana in una villa che si dice infestata da spiriti e fantasmi, per smentire le voci e lasciare che la villa diventi un orfanotrofio.

Commedia priva di Ingrassia e dalla trama esile, riesce comunque a divertire grazie alla bravura dei due protagonisti e a qualche buona trovata comica. Franchi è in formissima, tanto che a volte vedremo la macchina da presa rimanere semplicemnte ferma a inquadrarlo  mentre libera la sua carica comica esagerata e sopra le righe. Luigi Pistilli, altrettanto in forma, gli contrappone un personaggio serafico e quasi impassibile, riuscendo nell’impresa di non far sentire la mancanza di un gigante come Ingrassia. Ne viene fuori una lunga serie di spassose gag che danno al film un ritmo più che soddisfacente. Non mancano le apparizioni di caratteristi come Salvatore Baccaro e di attori come Gianni Agus (non in formissima a dir la verità). Insomma si ride tanto, e non c’è, forse, soddisfazione più grande.

Recensione a cura di:

counter strike

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...